Colon irritabile e quella sensazione di stanchezza.

205
colon irritabile

La sindrome del colon irritabile per diverso tempo è stata la causa del mio malessere, ma per fortuna, almeno per ora, la sto Sindrome Colon Irritabiletenendo sotto controllo

Premesso che non sono un medico e non voglio assolutamente sostituirmi ad essi, innanzitutto ti consiglio di prenotare una visita presso uno specialista in gastroenterologia nel caso riportassi i sintomi che descriverò successivamente.

Voglio raccontare qui la mia esperienza con questa sindrome sindrome da colon irritabile che ha influito negativamente per diversi anni nella mia vita.

SINDROME COLON IRRITABILE SINTOMI

La sensazione più brutta che si prova quando di è affetti dalla sindrome da intestino irritabile è il dolore e quasi la riluttanza nel mangiare. Ad ogni pasto iniziava il disagio. Dopo pochi minuti dall’ingestione infatti iniziavano per me i fastidi. Quello strano gorgoglio (quasi avevo la sensazione di sentire i movimenti dell’intestino), poi gli spasmi, i crampi, il gonfiore ed infine l’esigenza di andare in bagno al più presto.

Inizialmente credevo che dipendesse dal cibo che mangiavo…mi è stato detto di tutto; che poteva essere un’intolleranza alimentare, la celiachia, o semplicemente lo stress.

Ho provato quindi ad escludere gradualmente alcuni alimenti per scongiurare le intolleranze; ho escluso il latte e tutti i suoi derivati, poi ho escluso determinati tipi di verdure (sopratutto quelle in foglia crude) come la lattuga, l’iceberg etc, ma niente.

Ho evitato per diversi giorni dalla mia dieta la pasta, il pane e tutti gli alimenti contenenti glutine, ma ancora niente. I dolori si ripresentavano e il disagio aumentava.

Ho provato a contenere lo stress evitando tutte le situazioni che mi davano preoccupazioni e questo devo dire che un po’ mi aiutato.

Non per niente lo stomaco viene chiamato il secondo cervello! 

In effetti è stato proprio così, ritrovare un pochino di serenità mi ha dato un po di pace, ma solo un po’.

Alla fine mi sono convinta a prenotare una visita gastroenterologica presso il centro specialistico dell’ospedale della zona.

Dopo un’intervista sui diversi sintomi ed il pregresso, i due giovanissimi specializzandi gastroenterologi, sono giunti alla conclusione che i miei potessero essere tutti riportati alla IBS (irritable bowel syndrome) , ovvero sindrome intestino irritabile.

In effetti, mi è stato spiegato che non esiste un esame che possa disagnosticare la sindrome di colon irritabile, per questo mi sono stati prescritti diversi esami, tra cui esame del sangue, delle feci, delle urine e un’approfondita ecografia all’addome completo.

In questo modo sono state escluse altre patologie.

Nel frattempo mi sono stati prescritti per un periodo limitato un farmaco a base di trimebutina (un antispatico) e uno per il ripristino della funzione intestinale.

Devo dire che ho avuto un miglioramento istantaneo, ed è cambiata moltissimo la mia vita. Per diversi mesi ho avuto i benefici di questo ciclo di cure e sono stata molto meglio.

Dopo un pochino di tempo però i sintomi si sono ripresentati ed ho avuto qualche problema nuovamente, anche se in maniera più lieve. 
Il colon si infiammava nuovamente ed avevo nuovamente quella sensazione di malessere e stanchezza che provoca il colon irritato.

Il colon irritabile è davvero una brutta bestia, infatti è e rimane una condizione cronica, con la quale è necessario convivere.

Quindi si sono ripresentati nuovamente il muco nelle feci, la diarrea ma anche la stipsi e tutto ciò che comporta.

Sono andata nuovamente dal medico che mi aveva seguito e mi ha suggerito di assumere nuovamente i farmaci prescritti seguendo un ciclo di qualche mese.

Colon irritabile soluzioni

Consigliata da un’amica, però, ho deciso di provare un integratore differente. 

Si chiama Kijimea e,ragazzi è stata davvero una rivelazione. Ho acquistato prima di tutto la confezione dal 28 capsule, ma dopo circa una settimana ho provato veramente tantissimo beneficio ed ho acquistato la confezione più grande che ho sempre a disposizione. 

È veramente un integratore efficace. 
La assumo ogni mattina e seguo, comunque, una dieta equilibrata, evitando i cibi troppo grassi e i latticini troppo stagionati e devo dire che per adesso (dopo circa 3 mesi) sto molto meglio.

Mi posso permettere ogni tanto qualche sgarro ed il mio colon spastico reagisce abbastanza bene. Quando però ho qualche avvisaglia di dolore, lo integro con il Colilen della Aboca prendendolo prima del pasto.

Insomma, ricorda che di questa patologia non si guarisce totalmente, ma ci si può tranquillamente convivere.

- Pubblicità -